Epilazione laser
 

La caduta dei peli superflui mediante Laser si ottiene attraverso un processo di riscaldamento selettivo, ad alta temperatura, del pelo e del follicolo pilifero che vengono irradiati in profondità attraverso la cute. La particolare lunghezza d’onda del Laser viene assorbita in maniera selettiva dal pigmento dei peli ed è proprio all’interno di questa struttura e nelle cellule vicine del follicolo che avviene il processo di riscaldamento e di distruzione. In altre parole, il raggio laser penetra sotto la pelle sino a 3–5 millimetri di profondità senza provocare danni ai tessuti che attraversa, si concentra con tutta la sua energia termica lungo tutto il pelo, ne aumenta la temperatura sino a distruggerlo.
Parte di questa energia viene trasmessa alle cellule del follicolo pilifero, preposte alla produzione del pelo stesso, che vengono così anche esse permanentemente distrutte.

Ma la distruzione completa del follicolo diventa più efficace solo in una particolare fase del ciclo biologico del pelo. Si tratta della fase anagen cioè della fase di crescita del pelo. In questa fase il pelo è più lungo e il follicolo pilifero è particolarmente ricco di melanina: entrambi diventano quindi un facile bersaglio per il raggio laser.

Per questa stessa ragione la depilazione tramite Laser necessita di più sedute (da 3 a 6 in media) durante le quali, ogni volta, vengono distrutti dal 20 al 30% circa dei peli.

La depilazione mediante Laser si raggiunge dunque progressivamente, intervallando le sedute di 2 – 4 mesi, a seconda della zona, e a seconda del ciclo biologico dei peli a seconda cioè di quanto tempo i peli impiegano per ricrescere. Le ultime sedute saranno ovviamente meno impegnative delle prime: oltre al numero inferiore dei peli che restano da trattare anche la loro qualità cambia notevolmente infatti i peli delle zone trattate ricrescono più sottili.

La visita prima di iniziare il trattamento è fondamentale. Il paziente deve sottoporsi alla visita con i peli presenti, per consentire al medico di programmare, in base alla tipologia dei peli e del fototipo cutaneo le modalità e la durata del trattamento. I dati raccolti, correlati da documentazione fotografica, vengono annotati su una apposita scheda. E’ consigliabile di non effettuare alcuna ceretta per almeno un mese prima della visita.

Prima di effettuare il trattamento occorre rasare i peli presenti avendo cura di non lasciare sporgere neanche un millimetro onde evitare che il raggio Laser venga assorbito dal pelo esterno.

A seconda delle zone la parte da trattare viene talvolta cosparsa di un gel acquoso al fine di delimitare la zona da trattare e di raffreddare in qualche modo la parte e dopo il trattamento viene applicata una crema lenitiva per limitare l’arrossamento cutaneo.

Fastidi durante il trattamento

Durante il trattamento e a seconda delle zone il paziente può avvertire bruciore o lievi fitte dolorose, ma subito si può abbassare la potenza del Laser .

Certo ciò può andare a discapito della percentuale di peli che cadranno definitivamente e quindi si può prospettare l’eventualità di una seduta in più, ma quello che è importante e che va costantemente sottolineato alla paziente è che così facendo non ci sono fastidi o effetti collaterali.

Precauzioni dopo il trattamento

Dopo ogni seduta si consiglia di non esporre la parte trattata al sole per una settimana/10 giorni e di utilizzare una crema protettiva a schermo totale.

Effetti collaterali dopo il trattamento

A tutt’oggi, e sulla base di un’ampia esperienza, gli effetti collaterali riscontrati con le potenze utilizzate sono stati minimi e rappresentati soprattutto da macchie cutanee

sia chiare che scure che tendono però a scomparire una volta che si riprende il sole. Non sono state osservate cicatrici.

Microdermoabrasione

TRATTAMENTO LEVIGANTE E REVITALIZZANTE CON MICRODERMOABRASIONE
Gli studi intrapresi da anni nel campo della medicina estetica, della dermatologia e della chirurgia estetica hanno contribuito allo sviluppo della microdermoabrasione controllata a cristalli inerti.

Questa tecnica permette al medico di effettuare trattamenti ambulatoriali, veloci, precisi, efficaci e non traumatici. Con la microtermoabrasione dei microcristalli vengono "sparati" sulla pelle attraverso un un manipolo ottenendo un effetto levigante. Si rimuove così lo strato corneo superficiale. I microcristalli vengono poi aspirati attraverso lo stesso manipolo insieme ai residui di cellule morte.

Eseguendo correttamente la metodica, i disagi, (sanguinamento, escoriazioni, reazioni forti di arrossamento, dolore) sono da considerarsi un evento raro. La microdermoabrasione controllata a cristalli inerti è utile nel trattamento di vari inestetismi e/o patologie cutanee: acne, cicatrici post-acneiche, rughe e invecchiamento cutaneo, iperpigmentazioni, cicatrici post-chirurgiche, smagliature.

Gli inestetismi e/o le patologie che possono essere trattate e per le quali vengono date indicazioni sono le seguenti:

seborrea;

iperpigmentazioni;

rosacea e couperose;

rughe;

cicatrici post-acneiche;

cicatrici post-chirurgiche deturpanti;

esiti da ustioni cicatriziali;

cheloidi inattivi;

tatuaggi;

strie atrofiche cutanee-smagliature.

Possono essere trattate inoltre tutte le patologie considerate nella dermoabrasione meccanica o chimica.

Tutte le aree cutanee del corpo possono essere trattate: viso, collo décolleté, braccia, schiena, arti inferiori ecc. Variano naturalmente il tempo di applicazione, il numero delle sedute, i cosmetici e/o i farmaci complementari il tipo di trattamento.

Laser CO2

Il laser CO2 pulsato consiste in un raggio ad anidride carbonica che agisce sul contenuto d’acqua delle cellule, vaporizzandole.

Il bersaglio del laser CO2 è quindi l’acqua contenuta all’interno delle cellule, senza danneggiare o ustionare i tessuti circostanti.

I vantaggi del laser CO2 sono rappresentati da un ridotto danno termico, minor sanguinamento, minore infiammazione e miglior cicatrizzazione.

E' adoperato con successo, così come il Laser Erbium, per il Ringiovanimento cutaneo ablativo ed il Laser Skin Resurfacing.

Infatti è ideale nei casi di pelle molto rovinata e poco elastica perchè non solo elimina gli strati più superficiali ma è anche in grado di determinare una importante contrazione delle fibre

collagene ed elastiche presenti nel derma e rendere perciò la pelle molto più tonica.

Un altro vantaggio del laser C02 è dato dalla sicurezza che le zone che vengono trattate vengono "livellate" sempre dello spessore desiderato I vantaggi del Laser CO2

Nel campo della chirurgia estetica il laser CO2, invisibile ed a raggi infrarossi, ha soppiantato il bisturi in molti tipi di intervento.

Il laser CO2 emette radiazioni nella banda degli infrarossi che distruggono le cellule per vaporizzazione del contenuto acquoso, e quindi il ridotto danno termico e

la diminuzione del sanguinamento lo rendono indicato per le incisioni chirurgiche dove alla contenuta risposta infiammatoria corrisponde una migliore cicatrizzazione.

I vantaggi rispetto al bisturi tradizionale sono:

Precisione assoluta, Cicatrici poco bisibili, Ridotto sanguinamento, Tempi di guarigione ridotti. Preparazione al trattamento

Evitare assolutamente l'esposizione ai raggi solari e/o a lampade UVA nelle settimane precedenti al trattamento.

Non assumere farmaci che aumentino la sensibilità della pelle alla luce. Periodo post-operatorio

Dopo il trattamento è necessario applicare una pomata antibiotica per alcuni giorni fino alla guarigione.

Le zone trattate devono essere protette con filtri solari ad alta protezione, l’arrossamento scompare nel giro di alcune settimane.

Indicazioni terapeutiche per il laser CO2

Il laser CO2 è spesso utilizzato al posto del bisturi, ed inoltre per effettuare trattamenti laser per vari inestetismi o patologie, quali:

Peeling superficiali

Ringiovanimento cutaneo ablativo - skin resurfacing

Rughe delle labbra

Rughe rughe degli occhi

Rughe del volto

Verruche

Fibromi

Condilomi

Cheratosi seborroiche

Cicatrici da acne

Cicatrici ipertrofiche

Rimozione di piccole neoformazioni benigne

Cheratosi

Rinofima

Pigmentazioni cutanee

I vantaggi del Laser CO2 in chirurgia

Il laser Co2 è da anni utilizzato anche in chirurgia al posto del bisturi tradizionale in molti tipi di interventi, in quanto riduce il sanguinamento, provoca una minor infiammazione e una miglior cicatrizzazione.

In particolare il laser Co2 rispetto al bisturi tradizionale presenta un’elevata precisione, tempi di guarigione ridotti, scarso sanguinamento e migliori cicatrici. .

Ringiovanimento cutaneo con Laser CO2

Il laser Co2 è spesso adoperato per il ringiovanimento cutaneo ablativo, detto anche Laser Skin Resurfacing.

Infatti nei casi di pelle rovinata e poco elastica il resurfacing con laser Co2 elimina gli strati più superficiali della pelle che verrà rigenerata da nuovo tessuto, e provoca una contrazione delle fibre di collagene rendendo la pelle molto più tonica.

In particolare ad esempio, il peeling effettuato con laser Co2 provoca la vaporizzazione dello strato superficiale della pelle e la successiva formazione di nuovo tessuto, che dona alla pelle un aspetto più giovane e fresco.

Prima del trattamento con Laser CO2

Prima del trattamento con laser Co2 è importante evitare l'esposizione al sole o a lampade UVA e non assumere farmaci che aumentano la sensibilità della pelle alla luce.

Prima del trattamento solitamente viene applicata, sulla cute da trattare, una crema anestetica.

Dopo il trattamento con Laser CO2

Dopo il trattamento la pelle rimane arrossata per qualche settimana, e in questo periodo é da evitare l'esposizione al sole o alle lampade abbronzanti, e dopo il trattamento il medico applicherà una crema antibiotica ed antinfiammatoria.

In ogni caso è necessario per i trattamenti con laser Co2, affidarsi sempre ad un Medico preparato, serio e competente, presso una struttura seria ed affidabile, che garantisca al paziente la massima sicurezza, sia per evitare possibili complicanze quali ustioni, danni termici, o problemi di cicatrizzazione, che per un risultato finale ottimale.

Luce Pulsata - Intense Pulsed Light

Epilazione progressiva, fotoringiovanimento, rimozione macchie e inestetismi pelle

Il laser a luce pulsata ad alta intensità (IPL - Intense Pulsed Light) è un ottimo trattamento efficace per molti inestetismi del viso e del corpo con il quale sia le donne che gli uomini

possono ottenere risultati estremamente soddisfacenti eliminado i peli superflui dal viso o dal corpo, le macchie scure dal viso o dalle mani, le rughe dal viso, l'acne ed i pori dilatati, i capillari e couperose.

Il nostro centro di medicina estetica è attrezzato con le più innovative, tecnologiche e moderne apparecchiature laser a luce pulsata in grado di garantire la massima qualità della luce pulsata

impiegata, determinante per l'efficacia del trattamento e quindi per il conseguimento del risultato ottimale.

La Dott. ssa Pierini Monica e la sua equipe medica affrontano il caso di ogni singolo cliente come unico, in modo da personalizzare i parametri dell’apparecchiatura laser in rapporto alle caratteristiche

della cute e dei peli di ogni cliente, ottimizzando così il trattamento in base alle specifiche esigenze ed al risultato che si vuole ottenere.

Il trattamento con il laser a luce pulsata inizia con l’applicazione di un apposito gel conduttore sulla zona interessata; successivamente, attraverso l’apparecchio medicale simile ad un laser,

si inviano degli impulsi di luce che, ad intervalli regolari, colpiscono le zone dove sono presenti gli inestetismi estetici che si vogliono eliminare, agendo in profondità.

La metodica si basa sul moderno concetto della fototermolisi selettiva: in base alla lunghezza d’onda del filtro utilizzato, la luce interagisce prevalentemente con l’emoglobina o la melanina,

colpendo selettivamente il bulbo pilifero, il capillare, il pigmento del tatuaggio o il pigmento delle macchie cutanee determinandone rispettivamente, la caduta, la fotocoagulazione o la frammentazione.

Il vantaggio dell'utilizzo del laser a luce pulsata è senz'altro legato alla tecnica indolore e all'esiguità degli effetti collaterali, che quasi sempre si riducono ad un arrossamento tendente a scomparire nell'arco di poche ore.

Radiofrequenza Shapetonic (tecnologia per corpo e viso)

La radiofrequenza è una metodica non invasiva e non dolorosa che contrasta efficacemente i segni dell’invecchiamento cutaneo e consente di ottenere un duraturo miglioramento

della qualità della pelle del corpo e del viso, attenuando con una certa stabilità i principali inestetismi che la riguardano come le rughe o le lassità. Viene applicata anche per trattare in maniera efficace gli inestetismi della pelle cauati dalla cellulite.

L’utilizzo della radiofrequenza in campo estetico rappresenta una grande opportunità per l’operatore estetico qualificato: è in costante aumento infatti la richiesta di trattamenti di ringiovanimento

cutaneo soprattutto della zona del viso, del collo e del decoltè e dell’addome, assicura grandi risultati nella tonificazione tessutale, nel trattamento delle rughe, nella riduzione delle zone colpite dall’inestetismo della cellulite e nel processo di snellimento.
I risultati della radiofrequenza sono visibili fin dalle prime sedute ed i progressi conseguiti si mostrano stabili nel tempo. Una vera sferzata di ritmo al nostro corpo e all’ecosistema pelle,

dalla superficie alle zone più profonde, che riattiva i naturali meccanismi riparativi e anti infiammatori corporei. Attraverso la Radiofrequenza si attiva un’iperemia endogena omogenea sui diversi livelli della struttura trattata.

Tramite il richiamo ematico e la riattivazione del sistema linfatico, le cellule adipose sono stimolate al rilascio delle tossine e dei liquidi in eccesso ristabilendo il giusto equilibrio.

Le onde elettromagnetiche della radiofrequenza migliorano l’attività della pompa sodio-potassio della membrana fibroblastica stimolando la produzione di nuovo collagene, elastina e acido ialuronico in modo naturale. I principali effetti della radiofrequenza.

Effetto lifting: si ottiene grazie alla contrazione del collagene ai diversi livelli di profondità; il riscaldamento va ad agire direttamente sul collagene provocando una denaturalizzazione di quest’ultimo: fino al 30% delle fibre si accorciano rigonfiandosi,

ottenendo come risultato il rimodellamento della zona trattata. Ossigenazione cellulare: già ad un livello basso di radiofrequenza emessa, si ha un effetto di ossigenazione causato dall’aumento del metabolismo

cellulare con conseguente miglioramento dell’efficienza del microcircolo.

Mesoterapia

La mesoterapia in medicina estetica

La mesoterapia è l’iniezione intradermica distrettuale di un insieme di farmaci in piccole dosi su di una determinata zona della cute, attraverso aghi sottili lunghi più o meno 4 mm applicati a multiniettori che possono avere da 3 a 18 aghi.

Lo scopo di questa terapia è favorire l'eliminazione dei liquidi in eccesso, disintossicare l'organismo e migliorare tonicità ed elasticità della cute. L’azione delle iniezioni in mesoterapia, è infatti di tipo antinfiammatorio, vascolare e lipolitico

La mesoterapia è indicata per il trattamento delle seguenti patologie:

Adiposità locali e Cellulite o pannicolopatia edemato-fibrosclerotica (PEFS)

Biostimolazione e ringiovanimento cutaneo del volto

Alcune patologie dermatologiche

riabilitazione motoria

insufficienza veno-linfatica

piccola traumatologia da sport

osteo-artro-reumopatie

adiposità distrettuali

Quali farmaci vengono inettati nella mesoterapia

I farmaci da utilizzare, che variano a secondo del tipo di patologia che si desidera trattare, sono revitallizzanti cutanei, capillaro-protettivi, antinfiammatori, antiedemigeni, ecc.

Tali sostanze vengono diluite in soluzione fisiologica con piccole quantità di anestetici, e vengono iniettate a livello dermico superficiale e non ai livelli più profondi.

Come avviene il trattamento

Prima del trattamento mesoterapico è necessaria una diagnosi accurata per verificare che la paziente non soffra di allergie più o meno gravi.

Prima di un ciclo di Mesoterapia viene infatti sempre effettuato un test cutaneo di sensibilità alle sostanze utilizzate.

A questo proposito consigliamo sempre di rivolgersi ad un medico esperto e preparato, che possa garantire la massima sicurezza alla paziente, ed il miglior risultato finale.

I farmaci vengono iniettati a piccole dosi sotto la pelle, mediante multiniettori che contengono da 3 a 18 aghi sottili, lunghi più o meno 4 mm.

Non occorre praticare anestesia in quanto la mesoterapia è indolore (ai farmaci inettati vengono aggiunte piccole quantità di anestetici).

Nella zona trattata comparirà il pomfo (piccoli ematomi) che tenderà a riassorbirsi.

Quanto dura un ciclo di mesoterapia

Solitamente un ciclo di mesoterapia comprende da 8 a 15 sedute con frequenza settimanale, e successivamente da una di mantenimento mensile per stabilizzare i risultati ottenuti.

Il ciclo di cura può essere associato al linfodrenaggio e ai trattamenti laser.

Costo del trattamento

Il consiglio è sempre quello di affidarsi a medici che possano garantire la serietà, esperienza e professionalità necessarie per un risultato ottimale e in assoluta sicurezza per il paziente.

Solitamente il costo di ciascuna seduta di mesoterapia è compreso tra 50 e 80 Euro.

In genere un ciclo di mesoterapia richiede da 8 a 15 sedute.

Mesoterapia e cellulite

La mesoterapia è spesso utilizzata, quale valida terapia, per il trattamento della cellulite, in quanto la mesoterapia antilipodistrofica ripristina un buon circolo emo-linfatico e migliora le condizioni del tessuto alterato. Cos'è la cellulite?

La cellulite, o panniculopatia edematofibrosclerotica, è un'alterazione degenerativa del tessuto dermico e ipodermico.

Nello spazio compreso tra cute e muscoli, dove vi sono cellule adipose (pannicolo adiposo) si instaura una stasi della circolazione che impedisce che le scorie prodotte dal metabolismo delle cellule non vengano drenate attraverso il sistema circolatorio venoso e linfatico.

La cellulite è causata da eccesso di tessuto adiposo (grasso) insieme ad una predisposizione individuale.

Da cosa è provocata la cellulite?

Alimentazione scorretta: affatica il fegato il quale non riesce a disintossicare l'organismo e le tossine che quindi tenderanno a depositarsi negli spazi intercellulari.

Vita sedentaria (poco sport e attività fisica)

Fumare, bere troppo caffè o superalcolici

Non rispettare i fisiologici turni di sonno

Lo stress in quanto altera le secrezioni ormonali, e aumenta la ritenzione idrica

Indossare indumenti che riducono la circolazione come collant, tacchi troppo alti o pantaloni stretti

Disfunzioni ormonali o una particolare sensibilità individuale agli estrogeni

Alcuni farmaci

Come ridurre la cellulite?

Per combattere la cellulite è necessario un insieme di cambiamenti del proprio stile di vita.

Se si è in sovrappeso occorre cambiare regime alimentare ed è necessario inoltre un corretto e costante esercizio fisico per alcuni giorni alla settimana.

Terapie complementari alla mesoterapia

Di seguito elenchiamo alcune terapie complementari per ottimizzare i risultati della mesoterapia:

bendaggi

fanghi termali

massaggio linfrodenante

pressoterapia

idromassaggio

dermocelluterapia

liposuzione-lipoaspirazione (tecnica chirurgica)

trattamenti laser

linfodrenaggio

Possono essere prescritti inoltre dal medico farmaci per via orale che agiscano sulla circolazione veno-capillare e linfatica, e inoltre l'utilizzo di emulsioni, gel o creme riducenti e snellenti.

Share by: